Programma Elezioni Ordine Psicologi Lazio Progetto Elezioni Ordine Psicologi Lazio Candidati Elezioni Ordine Psicologi Lazio Elezioni Ordine Psicologi Lazio

Nicola
Piccinini

Pietro
Stampa

Paola
Biondi

Federico
Conte

Anna
La Prova

David
Pelusi

Gian Vito
Senes

Paola
Mancini

Viviana
Langher

L’immagine sociale dello Psicologo vista attraverso Google

Postato da: il 29.12.2013 | 3 Commenti
L'immagine sociale dello Psicologo vista attraverso Google
 

L’Ordine degli Psicologi dovrebbe progettare iniziative atte a promuovere la figura dello psicologo nella società e, contemporaneamente, sondare cosa la società pensa della figura dello psicologo con l’obiettivo di dare agli iscritti degli strumenti che permettano loro di conoscere il mercato legato alla psicologia, promuoversi e diffondere cultura psicologia a 360 gradi.

A tal fine gli strumenti di Keyword Analysis offerti da Google ed altri siti web potrebbe fornire un supporto di intelligence strategico. In questo breve articolo cercherò di fornire alcuni spunti operativi da poter mettere in opera, in particolare all’interno del gruppo di lavoro “Ordine 2.0 – Ascoltare e Conversare

 

Premessa

Parto da due elementi di contesto che vorrei utilizzare per questo progetto: la teoria proposta da Renzo Carli sulle parole dense nel testo: “L’analisi emozionale del testo” … e il motore di ricerca Google.

Il prof. Renzo Carli afferma che per analizzare un determinato contesto possiamo utilizzare, oltre che l’analisi dettagliata dell’organizzazione, semplicemente le parole che vengono utilizzare per descrivere una determinata situazione. L’ipotesi è che le parole portano con sé tutta una serie di significati emozionali, si caricano di senso polisemico dandoci molti elementi di comprensione.

Ad esempio se durante una intervista un responsabile di una struttura utilizza parole dense come “potere”, “guerra”, “paura”, “presidio”, “scontro” ecc. prima ancora di ascoltare la sua narrazione in forma di contenuto abbiamo tanti elementi sui quali lavorare…

“Le parole dense sono modi per dare forma comune alle emozioni”

Come sapete tutto il mondo di Google ruota intorno alle parole chiave (keywords) anche perché l’introito maggiore di Google viene proprio dalla pubblicità di Google AdWords. Il successo di questo motore di ricerca sta soprattutto nel fatto che trova le pagine effettivamente più rispondenti alle ricerche degli utenti, questo avviane per diversi motivi: uno dei più importanti è la corrispondenza tra parole chiave cercate e parole presenti nel testo di approdo del sito cercato. Ovviamente questo significa che Google punta molto sulle parole chiave e per questo motivo ha messo, da diversi anni, a disposizione gratuitamente una serie di tool con i quali orientarsi tra le parole chiave.

Naturalmente non solo Google lavora sulle parole chiave, ma anche Twitter soprattutto con la presenza degli HASHTAG che ormai vengono implementati anche su Facebook ecc.

 

Criticità

Nonostante la psicologia abbia acquisito particolare spazio nei media e in genere nel mondo dell’informazioni, sono ancora poche le persone che sanno con precisione chi è lo psicologo, la differenze con lo psicoterapeuta, quali attività svolge. Spesso lo psicologo viene identificato con lo “strizzacervelli” e l’utente/cliente che vi si rivolge come il “pazzo”.

Questa cultura danneggia enormemente la nostra professione non solo perché restituisce un’immagine stereotipata, ma soprattutto perché non consente di espandere tutte le aree inerenti alla figura dello psicologo che restano in secondo piano rispetto alla psicoterapia: psicologo del benessere, psicologo del lavoro, dello sport, della scuola ecc. ecc.

Internet è un buon campo di verifica di questa cultura psicologica con cui è necessario confrontarci.

 

OBIETTIVI DELLA PROPOSTA

Due obiettivi:

Indagine di mercato tramite TOOL, con l’obiettivo di comprendere come viene visto lo psicologo in Italia (con particolare riferimento alla regione Lazio), attraverso l’analisi e trend di singole parole chiave che identificano in modo abbastanza dettagliato cosa le persone cercano quando pensano alla psicologia.

Analisi delle oscillazioni nel tempo e durante l’anno solare delle parole chiave per verificare i periodi up e down e per, eventualmente, intervenire efficacemente per modificare questa tendenza.

Analisi/confronto tra parole chiave anche in questo caso per verificare a cosa viene associato il mondo della psicologia e come modificare questa tendenza. (Negli esempi a seguire propongo qualche stimolo/riflessione).

Indagine di mercato allargata, creare un questionario sia da somministrare in rete (ad esempio nel sito dell’Ordine, sui forum, su siti target importanti ecc.) per fasce di età, sesso, livello di istruzione, ecc. sia in formato cartaceo da somministrare ad esempio nelle 5 province del Lazio ad un target di età compresa tra i 50/65 anni. (Persone che utilizzano meno gli strumenti telematici).

Promuovere dei focus group con studenti di diverse facoltà (tra i quali anche studenti ai primi anni di psicologia), ai quali somministrare il questionario e attivare discussioni mirate.

 

DESTINATARI

I destinatari di questo progetto sarebbero sia gli psicologi iscritti all’Albo degli Psicologi del Lazio sia gli utenti esterni, la società o popolazione target.

Per quanto riguarda gli iscritti all’Albo potrebbero riceverne due vantaggi:

  1. primo che un Ente gli propone un’indagine di mercato sulla quale orientare le proprie offerte professionali, idee da inserire nei propri siti o blog, periodi nei quali intensificare la pubblicità, aree dove è meglio disinvestire ecc.
  2. secondo, stimolare gli psicologi a produrre contenuti mirati e differenziati; ad esempio creando campagne virali sviluppate ad hoc per modificare l’area di mercato dedicata alla psicologia. Un esempio potrebbe essere quello di intensificare la correlazione tra “psicologia” e “benessere” o differenziare la psicologia da altre discipline ecc. (Vedi grafico grafico n. 4/5).

Per quanto riguarda la società o popolazione target, il sito dell’Ordine potrebbe promuovere delle iniziative volte a modificare l’assetto stereotipato delle ricerche degli utenti.

 

AZIONI

L’analisi può essere sviluppata da un piccolo gruppo di lavoro utilizzando gli strumenti, tool, come ad esempio GOOGLE TREND, UBER SUGGEST, strumenti per le parole chiave di Google ADWORD ecc. Questo gruppo avrebbe il compito di effettuare indagini di mercato, orientate alle parole chiave e fornire i risultati delle indagini attraverso il sito dell’Ordine, in una apposita sezione dedicata proprio a questa attività.

Avrebbe anche il compito di creare nuove parole chiave, contenuti e notizie virali per incidere nell’utenza telematica e, in generale, sulla popolazione. Il gruppo interagirà con i social network per promuovere nuovi hashtag con i quali costruire notizie, contenuti, eventi ecc.

La piattaforma centrale sarà il sito dell’Ordine degli Psicologi del Lazio (non l’attuale dinosauro, ma un sito web 2.0!), si potrebbe, inoltre, creare una rete di contati con tutti gli psicologi che hanno un sito personale, gestiscono un blog e/o sono presenti nei Social Network (facebook, twitter Linkedin, Google Plus ecc.). Potremmo attraverso questa rete diffondere, insieme, una serie di parole chiavi virali. Ad esempio, se pensiamo che sia utile associarle la parola chiave BENESSERE a quella di PSICOLOGO, potremmo comunicare alla nostra rete di professionisti presenti on-line di creare pagine con queste parole chiave e con contenuti dedicati ad esse.

 

Esempi di analisi delle parole chiave tramite Google Trend

Propongo qualche esempio, come traccia di un possibile lavoro centrato sulle parole chiave.

Parto con un confronto tra il termine “psicologia” e “psicologo

Il primo grafico confronta la ricerca dei due termini, si vede chiaramente che il termine “psicologia” è più ricercato del termine “psicologo”. (Grafico 1)

 

GRAFICO 1

grafico1

 

Se analizziamo, però, separatamente il trend di ricerca negli anni vediamo che il termine “psicologia” (grafico 2) è in calo mentre il trend “psicologo” (grafico 3) è abbastanza stazionario nel tempo.

 

GRAFICO 2

grafico2

 

GRAFICO 3

grafico3

 

 

Analisi della correlazione (confronto) tra parole chiave.

Con Google trend è possibile fare anche alcuni confronti tra parole chiave per verificare delle corrispondenze oppure delle relazioni inverse nei termini di ricerca.

Ad esempio se proviamo a fare una correlazione tra il termine “psicologo” e il termine “benessere” vediamo che sono inversamente proporzionali (grafico 4). Guardate questo bel grafico, molto esemplificativo:

 

GRAFICO 4

grafico4

 

L’andamento del grafico è speculare, la ricerca è inversamente proporzionale.

Propongo un altro esempio per i termini “psicologo” e “mago”, quest’ultimo rimane in Italia ancora il termine più cercato rispetto a “psicologo”!!! (Grafico 5)

 

GRAFICO 5

grafico5

 

Analisi dei trend di ricerca (grafico 6)

Infine propongo l’analisi delle parole chiave più cercate negli ultimi anni all’interno della Categoria SALUTE MENTALE che, come si vede è in profonda discesa…

In questo caso viene fuori una parole molto particolare, che attraverso un gruppo di lavoro si potrebbe sviscerare per comprendere cosa in effetti la società cerca quando scrive: BIPOLARE. Risultato che ho già avuto modo di approfondire in altri contesti e che qui richiederebbe un articolo ad hoc.

 

GRAFICO 6

grafico6

 

Sulle potenzialità di queste analisi ne parlava anche Nicola Piccinini nell’articolo “Crisi del lavoro, disillusione, suicidi e… Google. Quali Insights per lo Psicologo?“, fornendo altri spunti di riflessione ed utilizzo di tali strumenti.

Immaginati quindi l’Ordine Psicologi Lazio che effettua in maniera sistematica queste analisi, sia per impostare la propria azione istituzionale di comunicazione e marketing, che per fornire ai colleghi una preziosa intelligence utile a muoversi più efficacemente nel loro quotidiano…

Che ne dici? Ti piacerebbe come servizio (gratuito)?

Un saluto,
Sergio Stagnitta
www.psicologopsicoterapeutaroma.com

Tag:, , , , ,