Programma Elezioni Ordine Psicologi Lazio Progetto Elezioni Ordine Psicologi Lazio Candidati Elezioni Ordine Psicologi Lazio Elezioni Ordine Psicologi Lazio

Nicola
Piccinini

Pietro
Stampa

Paola
Biondi

Federico
Conte

Anna
La Prova

David
Pelusi

Gian Vito
Senes

Paola
Mancini

Viviana
Langher

 

È ora di scegliere un’Altra Psicologia!

 

Programma Elezioni Ordine Psicologi LazioIl programma di AltraPsicologia per l’Ordine Psicologi Lazio si basa su due principi fondanti:

ETICA
Perché solo attraverso solidi principi di pulizia, trasparenza e legalità, richiesti a tutti i nostri candidati consiglieri e fondativi della nostra associazione, si può pensare di governare in modo credibile Ordini ed ENPAP.
Le grandi battaglie di AltraPsicologia per l’Etica e la Legalità dimostrano che per noi l’etica non è solo una parola vuota!

INNOVAZIONE
Perché da sempre riteniamo che gli ordini e l’ENPAP debbano affiancare ai meri compiti istituzionali attribuiti per legge, anche l’ottica di servizio agli iscritti e di apertura alla cittadinanza.
Non sono solo parole: dove AP ha governato, ha tradotto in risultati il principio dell’innovazione.

 

pdf_icon

Scarica il PROGRAMMA e DIFFONDILO alla tua cerchia di colleghi :-D

 

 

I 5 PUNTI DEL PROGRAMMA DI ALTRAPSICOLOGIA LAZIO

 

TUTELA DELLA PROFESSIONE

Da sempre un pilastro fondante di AltraPsicologia. Difendiamo orgogliosamente la nostra professione, perché per noi è un valore. La tutela dei confini professionali è importante per il lavoro degli psicologi, ma è addirittura essenziale per garantire alla cittadinanza il diritto alla salute e la chiarezza nel rapporto con il professionista. In quest’ottica ci impegniamo a:

  • Attuare una rigorosa sorveglianza del nostro codice deontologico, in particolare del nostro nuovo art.21 che vieta l’insegnamento dell’uso di strumenti e tecniche conoscitive e di intervento riservati alla professione di psicologo a persone estranee alla professione stessa
  • Effettuare segnalazioni puntuali alle istituzioni circa le collaborazioni e le “situazioni ambigue” al fine di denunciare alle autorità competenti i casi di esercizio abusivo
  • Diffondere le linee guida sulla segnalazione e la denuncia dei casi di abusivismo professionale, mettendo in comune una consulenza legale competente in materia e finalizzata alla risoluzione del problema
  • Costituire una commissione specifica, la Commissione Tutela, che individui, gestisca e finalizzi tutte le segnalazioni da parte dei colleghi psicologi e dei cittadini per ridurre i tempi e massimizzare l’efficacia dell’azione dell’Ordine
  • Creare un Osservatorio permanente sui concorsi spesso aperti a categorie senza requisiti o preclusi agli psicologi. Tale osservatorio vigilerà su tutti i concorsi pubblici che non rispettano la legge 56/89, che assegna l’uso di strumenti psicologici agli psicologi e non ad altre categorie
  • Sensibilizzare i colleghi a scelte critiche di acquisto formativo, premiando quelle realtà che offrono formazione in rispetto della legge 56/89

 

TRASPARENZA & PARTECIPAZIONE

AltraPsicologia si è da sempre spesa per la Trasparenza e la Partecipazione. Per questo nell’Ordine del Lazio garantiremo agli iscritti tali valori favorendo un’ampia partecipazione alla vita dell’Istituzione. In quest’ottica ci impegniamo a:

  • Garantire la disponibilità diretta dei consiglieri attraverso la presenza in sede, servizi di prossimità e consulenza, per l’avvio e il sostegno concreto alla professione e ai professionisti
  • Pubblicare gli atti, i bilanci, i verbali e le delibere del consiglio, nell’ottica proattiva per cui non sono gli iscritti a dover chiedere l’accesso alle informazioni, ma sono le istituzioni a doversi impegnare per garantirlo
  • Aprire le riunioni del consiglio agli iscritti che vorranno partecipare, come avviene in parlamento e negli enti locali (attualmente ciò non avviene nell’Ordine del Lazio)
  • Gettare le basi per un confronto collaborativo fra le forze politiche, senza l’utilizzo sleale delle regole o di trucchi e ostruzionismo, perché il giusto e leale dibattito democratico sia salvaguardato, diventando utile e orientato agli obiettivi dell’Ordine
  • Utilizzare gli strumenti del referendum e la democrazia diretta sulle questioni cardine
  • Coinvolgere gli iscritti sui grandi temi della professione

 

PROMOZIONE & SOCIETA’

AltraPsicologia sostiene l’idea che la Psicologia debba entrare nel dibattito sociale, prendendo posizione sui principali temi di attualità. Lo psicologo deve evolvere in una figura conosciuta e affidabile. Occorre superare gli stereotipi per coltivare l’immagine di un professionista moderno, con un ruolo originale e identificabile in grado di offrire valore aggiunto nel quotidiano di tutti, potendo apportare soluzioni e valore. In quest’ottica ci impegniamo a:

  • Comunicazione Esterna e Stampa
    • Creare un pool dedicato alla comunicazione esterna e ai rapporti con la stampa, orientato alla creazione di un filo diretto con la società
    • Garantire una presenza costante sui media e nel dibattito sociale, utilizzando regole e procedure volte a sottrarre l’informazione dagli usi personalistici
    • Selezionare le competenze degli iscritti in modo da creare una rete di colleghi esperti nel territorio regionale, pronti ad intervenire nelle diverse aree professionali e formati a rilasciare interviste sui media
    • Stabilire un rapporto costante e diretto con le redazioni giornalistiche, affinché l’Ordine diventi il riferimento da contattare quando si parla di Psicologia, al fine di orientare il dibattito e l’informazione nel modo più adeguato
    • Presidiare l’informazione sulla Psicologia, per intervenire con efficacia quando urgono rettifiche o azioni di tutela dell’immagine e della professione
  • Campagne pubblicitarie e/o iniziative di promozione
    • Lanciare campagne ed azioni di marketing territoriale finalizzate a sostenere la figura dello psicologo nella società
    • Sostenere la lotta all’abusivismo professionale attraverso campagne di informazione corretta ai cittadini a tutela della propria salute
    • Organizzare eventi e promozione delle esperienze virtuose già presenti (MIP, MBP, ecc…), che devono essere portate avanti con convinzione e rivolte sempre di più ai cittadini
    • Progettare iniziative in contesti specifici e particolarmente delicati o strategici (scuola, enti locali), per posizionare lo psicologo come figura di riferimento
  • Lobbing politica
    • Partecipare attivamente alla vita politica di Regione, Provincia e Comune
    • Stabilire un contatto diretto con i riferimenti politici che garantiscano sostegno alla categoria
    • Mettere in atto azioni di sostegno al ruolo degli psicologi nelle aziende sanitarie e nel SSN, in quanto snodo strategico per il settore clinico
  • Ancoraggio al fabbisogno territoriale
    • Utilizzare strumenti di analisi di mercato territoriale e dei fabbisogni di servizio psicologico e dotare i colleghi di profili di competenza in linea con la domanda reale di servizio psicologico territoriale
    • Attivare campagne di networking in specifici contesti mirate al riposizionamento della professione
    • Riallineare l’offerta alla domanda reale, promuovendola e sostenendola presso i vari interlocutori e contesti

 

ORDINE 2.0

AltraPsicologia ha da sempre adottato le modalità di comunicazione più innovative per dialogare con il colleghi. Il 2.0 non è solo un metodo o un paradigma, ma una visione del mondo, è la nostra idea più innovativa per la comunicazione istituzionale.

  • Sito web
    • Per gli iscritti: forum di discussione tra colleghi per la condivisione di materiali e di best practice; utile a dare visibilità a iniziative degli iscritti, come strumento di comunicazione e marketing della professione
    • Al servizio degli iscritti: nei processi di informazione, trasparenza e partecipazione al nuovo Ordine del Lazio 2.0
    • Rivolto a cittadini ed istituzioni: per diffondere informazione psicologica, per riposizionare la professione, per promuovere progettualità innovative e orientate alla domanda, per entrare nel dibattito sociale
  • Social media
    • Utilizzo efficace e strategico dei social network: gruppi Facebook per gli iscritti, fan page per cittadini ed istituzioni, Youtube per gli eventi, Linkedin per il networking interprofessionale, ecc. (l’attuale mancato utilizzo dei social network da parte dell’Ordine, oltre ad essere imbarazzante nel 2013, rappresenta un’evidente perdita di opportunità)
    • Integrazione dei social media in tutte le comunicazioni esterne, negli eventi territoriali e online
    • Utilizzo di una comunicazione animata e dinamica, mirata ad ingaggiare i visitatori sui temi della psicologia e sul valore del nostro apporto
  • e-learning
    • Erogazione di corsi di formazione on-line per psicologi, con conseguente riduzione degli spostamenti e abbattimento dei costi. Possibilità di partecipazione estesa ad un numero più ampio di colleghi rispetto a quello dovuto alla limitata capienza di un’aula classica.

 

SERVIZI AGLI ISCRITTI

Altrapsicologia ha da sempre una visione orientata al superamento dei meri compiti stabiliti dalla legge, per arrivare ad un modello di Ordine come “centro di servizio” che sappia valorizzare la quota associativa. In quest’ottica ci impegniamo a:

  • Garantire la presenza costante dei consiglieri in sede, e con tutti i mezzi 2.0, perché siano realmente al servizio degli iscritti
  • Offrire servizi e consulenze volti a sostenere la pratica professionale in tutti i suoi aspetti: deontologici, amministrativi, di marketing personale e associativo
  • Portare avanti iniziative come la biblioteca dei test, istituire i portali di promozione e gli spazi di consulenza individuale su temi specifici
  • Proporre un solido sistema di formazione gratuita offerta agli iscritti, affinché l’obbligo formativo si trasformi da un semplice dovere, ad un’occasione per innalzare il livello qualitativo della propria competenza, presentandosi così ai cittadini come una categoria in costante aggiornamento
  • Concepire la deontologia come un aspetto della promozione della qualità nell’esercizio professionale e come riflessione sulle corrette prassi di lavoro, superando ed integrando la necessaria funzione disciplinare, per presentarsi ai cittadini come una categoria che garantisce la professionalità dei propri iscritti

 

Cosa ne pensi?
Lascia un tuo commento!
Ogni tuo riscontro è per noi prezioso :)